Simbolo

Per questo riceveranno una magnifica corona regale,
un bel diadema dalla mano del Signore,
perché li proteggerà con la sua destra,
con il braccio farà loro da scudo
(Sap 5,16)

Come un pastore egli fa pascolare il gregge
e con il suo braccio lo raduna;
porta gli agnellini sul seno
e conduce pian piano le pecore madri
(Isaia 40,11)

 Cristo è la mano o il braccio di Dio
(S. Cipriano).

 

Nell'AT il Signore manifesta l'Alleanza col Suo popolo attraverso molti segni fra i quali il suo potente braccio. Si parla di mano, braccio, dito di Dio per indicare che Dio crea, agisce, soccorre, salva, ma anche che egli giudica, condanna e punisce.

Il NT si apre con l'Annunciazione e il canto del Magnificat dove Maria fa memoria della potenza del braccio del Signore, manifestandoci la «novità straordinaria della Nuova Alleanza: Gesù che prende vita in Lei!»

L’attuale simbolo del MC risale al 1990. Rispetto al precedente (una croce pasquale con scritto Dio è Amore) vuole essere un segno più fedele all'ispirazione originaria legato alla visione del braccio glorioso del Signore avuta da Franca, seguita da quella delle due lettere iniziali del Movimento Carismatico MC composte da numerosissime stelle luminose a significare:

Mamma Celeste

Movimento Carismatico

Mani Consacrate (la Chiesa)

Il simbolo è formato da un triplice cerchio in cui è possibile ravvisare un riferimento alla SS.ma Trinità. Lo spazio interno al cerchio è diviso in due parti da una lunetta, che simbolicamente distingue il cielo dalla terra.

Nella parte superiore è raffigurato un braccio sinistro a significare la manifestazione visibile della potenza di Dio, sottolineata anche dalla frase latina: Fortitudo mea est in brachio (Isaia 62,8; 53,1; Sal 89,22).

Quel potente braccio, spiegava Franca, emanava potenza, giustizia, scelta..., lasciandole in cuore gioia pace serenità, perché per lei significava protezione potente di Dio, davanti ad una missione così particolare come quella di fondare l’Opera alla quale il Signore la chiamava.

Il braccio del Pastore eterno che continuamente raduna il suo popolo, è il segno per eccellenza di unità (carisma di fondazione).

Le braccia di Dio sono segno di potenza forza difesa amore, l’amore che viene, l´amore che fa, che agisce: l’uno è amore che difende, l’altro è amore che fa giustizia.

La manica rimboccata richiama l'agire di Dio stesso che si mette all'opera a servizio dell'uomo, ma è un richiamo per noi a ‘lavorare’ cioè a porgere le giare dell’acqua perché Lui possa riempirle col miracolo del rinnovamento.

La parte inferiore racchiude nello spazio centrale le due lettere MC con la scritta Fecit potentiam in brachio suo. Tale espressione, presente nel Magnficat (Lc 1,51), richiama, conferma e attualizza la concezione veterotestamentaria della potenza divina racchiusa nella frase posta nella parte superiore.

Le parole pronunciate da Maria nel Magnificat ci guidano a una lettura globale del simbolo. Soprattutto in Lei, umile creatura, si è manifestata la potenza del braccio del Signore: con il suo Eccomi, sono la serva dei Signore (Lc 1,38) si è resa strumento della Potenza divina d'Amore per riportare al Padre tutti i suoi figli.

Sulla scia di Maria, il cristiano può chiedere al Signore di concedergli la forza del suo potente braccio, per essere docile strumento di salvezza per i suoi fratelli. Gli umili, i piccoli, i semplici, diventano con il loro Eccomi gli astri che formano la costellazione delle due lettere MC, le stelle evocanti la creaturalità assunta da Cristo e pronta per adornare il Cielo. Il canto del Magnificat può essere considerato come espressione verbale e corale del simbolo grafico del MC.

La difesa e la protezione evocate dal simbolo, sono una promessa per tutto il Movimento per essere in grado di annunciare la potenza di Dio che opera attraverso la Mamma Celeste e la Chiesa.

Il Signore ci invita a pregare la forza di Spirito Santo che è forza di  potenza del suo braccio che regge l’universo, che fa meraviglie e le sostiene in eterno. È forza che può le cose più impossibili, e difende nelle situazioni più difficili.

Per la forza del tuo potente Braccio,  ascoltami o Signore.

Signore da oggi concedimi la forza del tuo potente Braccio.

 

 

 


Copyright © 2017 - Movimento Carismatico di Assisi - Via Cesare Arici 12, 25126 Brescia – Cod. Fiscale 91017970558 - Email: info@mcassisi.it

L'Utente riconosce che tutto il contenuto del sito e le singole notizie sono protetti ai sensi delle vigenti normative internazionali riguardanti le pagine web ed i domini Internet. Nessuna parte può essere riprodotta per la diffusione con sistemi elettronici, meccanici od altri, senza l'autorizzazione scritta dell'Editore.

Powered by: NewServ Studio

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK